ESB: l'era dei microservizi

 

Viviamo in una grande era per l’information technology.

Abbiamo a disposizione una moltitudine di potenti strumenti che ci permettono facilmente di sviluppare, distribuire e scalare soluzioni informatiche per adempiere alle più complesse e dinamiche esigenze di business.

Grazie allo IaaS riusciamo ad ottenere una schiera di server in pochi minuti, per mezzo di SaaS allestiamo il nostro backend con pochi click del mouse e con il real-time scaling i team delle operations guadagnano ore di sonno.

In questo scenario di rapidi e meravigliosi cambiamenti l’architettura a microservizi ha preso piede ed ha potuto diffondersi rapidamente, grazie alla sua capacità di supportare soluzioni che richiedono altissima rapidità, economicità e flessibilità.

Questi cambiamenti portano molti a pensare che non ci sia più la necessità di un ESB all’interno dello stack tecnologico di un’azienda (ritenendo il concetto stesso di ESB ormai obsoleto) a favore di strutture di integrazione reactive.

 

In realtà l’ESB è ancora indispensabile e continuerà ad esserlo finché l’esigenza dell’enterprise integration non sarà estinta, e nella nostra era l'esigenza non si è estinta, ma si è evoluta.

 

Ne abbiamo riscontro di fronte alla complessità di dover gestire protocolli eterogenei, come avviene nell’ambito dell’IoT; oppure se pensiamo di applicare  tecnologie innovative come il Machine Learning, a soluzioni di data mining su sistemi legacy.

 

Questa è l’evoluzione dell’enterprise integration che stiamo vivendo, un contesto nuovo e ad alto dinamismo che richiede flessibilità elevata ma anche tutta la robustezza e l’affidabilità dei sistemi tradizionali.

 

Quali sono, dunque, le caratteristiche che contraddistinguono l’ESB evoluto di cui stiamo parlando?

 

  • Velocità, in tutte le fasi del ciclo di vita, dallo sviluppo al provisioning sino alle operations, per rispondere nel migliore dei modi alle mutevoli esigenze del mercato;
  • Economicità, limitando i costi di infrastruttura, grazie alla possibilità di essere utilizzato sia su cloud on demand che su commodity hardware, abbattendo così anche i notevoli costi di licenza software;
  • Flessibililità, modularità e polimorfismo, che garantiscano la capacità di coprire esigenze che ancora non sono nate e non riusciamo a prevedere, mutando la sua stessa struttura senza una progettazione da zero;

 

Il nostro ESB evoluto ci permette di risolvere i problemi di integrazione utilizzando un’architettura a microservizi:

 

  • Legacy compliance, per coprire l’esigenza di integrare sistemi di ere passate, ma che, singolarmente, hanno ancora molto da dare;
  • Smart end-point, per sfruttare al meglio le potenzialità dell’architettura a microservizi aumentando l’affidabilità e l’efficacia delle interconnessioni;
  • Enterprise grade, contando su tecnologia nata con l’obiettivo di supportare soluzioni distribuibili, affidabili e scalabili.

L’ESB evoluto

Queste considerazioni hanno ispirato la GreenVulcano Technologies nella progettazione di un ESB più maturo, nato guardando al futuro e oggi pronto a sostenere le sfide che il mercato odierno ci presenterà per i prossimi anni.

Un mondo altamente dinamico e mutevole come quello attuale richiede una nuova tipologia di soluzioni tecnologiche, che ogni azienda dovrebbe avere ma non può mancare soprattutto alle aziende che puntano a competere a livello internazionale.

 

Contattaci per conoscere più a fondo GreenVulcano ESB Evolution

 

SCRIVI UN COMMENTO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ARTICOLI SUGGERITI
CLAUDIO AND THE HYBRID SOFTWARE INTEGRATION

Un crescente bisogno di (veramente) semplici piattaforme di integrazione La continua evoluzione delle tecnologie software ha portato ad una situazione complessa in cui i sistemi legacy tradizionali devono coesistere con applicazioni web, nuova generazione di applicazioni mobili e, di recente, internet delle infrastrutture cose e servizi cloud.

Approfondisci
L’applicazione dell’Internet Of Things in ambito industriale

COS’è L’Industrial IoT? Per comprendere cosa sia l’Industrial IoT (solitamente abbreviato con IIoT) è necessario fare un passo “indietro” e raccontare innanzitutto, e in estrema sintesi, cosa intendiamo quando parliamo di Internet of Things. Kevin Ashton, ricercatore del MIT di Boston ha descritto l’Internet of Things come quell’insieme di tecnologie che permette di controllare, monitorare […]

Approfondisci
L'efficienza dei Big Data e dell'IA nel creare un’esperienza di acquisto più umano - Parte 2

Quest'articolo è il continuo del precedente blog che trovate a questo link e che vi consigliamo di leggere prima di andare avanti. Infatti se nel primo abbiamo visto l’importanza dei Big Data nel “nuovo marketing” in questo vedremo le potenzialità una volta utilizzati per addestrare un'intelligenza artificiale, prima fra tutti l’automazione dei processi di marketing. […]

Approfondisci
Vuoi ricevere le ultime news di GreenVulcano?
Iscriviti alla nostra newsletter!
Iscriviti

CARRIERE

Candidati attraverso il FORM
Candidati tramite la nostra e-mail

RECLUTAMENTO

recruiting@greenvulcano.com

ITALY

Rome Viale Giulio Cesare n. 14, 00192
Naples Via G. Porzio 4 – Centro Direzionale
Is. C2 scala C, 6° piano, Int. 28 – 80143
info@greenvulcano.com

USA

Boston 124 Reservoir St., Needham Heights MA, 02494
info@greenvulcano.com
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram