Un crescente bisogno di (veramente) semplici piattaforme di integrazione

La continua evoluzione delle tecnologie software ha portato ad una situazione complessa in cui i sistemi legacy tradizionali devono coesistere con applicazioni web, nuova generazione di applicazioni mobili e, di recente, internet delle infrastrutture cose e servizi cloud.

Molte piattaforme software di integrazione hanno soluzioni tecniche avanzate a questo caos, ma solo pochi di essi affrontano il problema utilizzando il punto di vista finale dell’utente.

L’utente finale può essere chiunque deve eseguire in modo efficiente molti compiti ripetitivi (dal Delegato al responsabile delle risorse umane, il CFO o anche un operatore di call center).
Tutte queste persone non vogliono lavorare quotidianamente con una buona esperienza utente e un semplice software; che dovrebbe consentire loro di creare flussi di lavoro semplici utilizzando qualsiasi strumento utilizzato ogni giorno.

“Molte aziende evitano la nuvola perché pensano che l’integrazione sarà un mal di testa, ma quelli che l’hanno fatta dicono che è un cinch”.

Ostacoli per un’integrazione aziendale completata

In un recente sondaggio Inc./Oracle dei leader della società in più rapida crescita in America, quasi il 44 per cento degli intervistati ha dichiarato che l’integrazione tra i prodotti è il più grande ostacolo nella loro capacità di abbracciare il cloud.

“Quando si tratta della nuvola, ci sono così tante parti in movimento e tanti giocatori”, ha detto. “Ognuno ha un pezzo di qualcosa e il senso di esso è selvaggiamente impossibile”.
Ray Owens, fondatore e presidente di DX Marketing

la grande varietà dell’offerta e la difficoltà per le imprese di raccogliere tutte le competenze necessarie allo sviluppo sono una questione importante per il mercato dell’integrazione.

Un hub di integrazione potrebbe sincronizzare i dati una volta con ogni sorgente e poi consegnarlo ad ogni sistema di consumo quando ne ha bisogno senza costi ridondanti.
Sull’organizzazione migliore e in modo efficiente, l’approccio del mozzo può risparmiare costi significativi nel tuo viaggio verso la nuvola.

Inoltre, gli utenti potranno accedere a un’interfaccia basata sul web che permetterà loro di muoversi rapidamente tra le diverse applicazioni, senza dover ricadere nei dettagli specifici di ciascun programma. Inoltre permetterà loro di trasferire senza interruzione i dati tra le applicazioni.

Tale processo significa che è necessario un solo set di competenze concentrate per creare e mantenere le integrazioni tra applicazioni software, semplificando il compito di connettere applicazioni on-premise e cloud.

Claudio Solution – Vantaggi aziendali

Il prodotto di integrazione delle GreenVulcano Technologies, Claudio, è basato sulle più efficaci pratiche e standard software.

Claudio risponde alle esigenze del mercato di un integratore unico responsabile della comunicazione software cloud e legacy.
Poiché la maggior parte delle organizzazioni continuano a mantenere una varietà di applicazioni basate su cloud e cloud, è necessaria una piattaforma comune. Questa integrazione ibrida ridurrà i costi complessivi e il tempo IT associato a consegnare, testare e mantenere l’integrazione tradizionale nel tempo.

Le aziende che adottano un’integrazione ibrida come Claudio, acquisiscono la flessibilità e l’agilità necessarie per massimizzare il valore delle applicazioni cloud, garantendo nel contempo l’ottimizzazione degli investimenti esistenti in loco. Secondo le nostre prime stime questo tipo di approccio può fornire 2,3 volte più ROI rispetto agli approcci tradizionali di integrazione.

Benefici

I vantaggi di utilizzare un integratore ibrido, come Claudio, sono molteplici:
1 – Velocità: consente di collegare applicazioni di vendita e applicazioni cloud finanziarie, ad esempio accelerando il tempo di commercializzazione e migliorando la flessibilità operativa;
2 – Anche la duplicazione dei dati diventerà una cosa del passato. Entrapreneurs possono avere una visione in tempo reale del loro business.
3 – La coerenza riguarda le persone. Tendiamo a dimenticare le cose, commettete errori e in generale solo confusione occasionalmente. Al contrario, i computer sono molto meglio eseguire in modo affidabile operazioni aziendali semplici.
Se vuoi essere sicuro di avere ogni singolo documento memorizzato dove hai deciso (una cartella di Dropbox o una sezione SAP) un flusso Claudio è il modo veloce e sicuro per farlo.
Un documento importante non scivola tra le crepe solo perché è stato inviato alle cinque del pomeriggio di venerdì.
4 – Visibilità in tempo reale, per ricevere gli avvisi in tempo reale, sia che utilizzi la tua email per gestire un progetto o lo sgancio per coordinare il progetto, puoi chiedere a Claudio di ping ogni volta che si verifica una situazione particolare.

 

Conclusioni

Le vecchie architetture IT monolitiche stanno lasciando il posto ai servizi cloud, rendendo le architetture IT più complesse e difficili da gestire da un team IT classico interno.
Infatti, il passaggio a servizi cloud più piccoli e specifici significa che c’è sempre bisogno di sviluppare competenze o prodotti di integrazione per collegarli insieme.
Quindi, se utilizzerete tre o quattro diversi servizi cloud, volete che giocino nel modo più coerente e più uniforme possibile.

Nella nostra esperienza il modo migliore per fare affari non è quello di costruire tutto in-house. Le aziende principali stanno sempre piecing insieme un complesso di API da startup specializzati. Ciò consente loro di concentrarsi sul loro unico valore aggiunto piuttosto che reinventare la ruota. Questo permetterà anche agli sviluppatori di lavorare meglio – sviluppando una grande applicazione – invece di spendere ore nella configurazione e nell’esercizio dei server nella produzione.