Chi sono i giovani sviluppatori di GreenVulcano? Diamo il benvenuto a due new-entry, Gianluca e Pietro, che ci raccontano del loro ingresso in azienda e della loro esperienza come developer. 

Com’è cominciato il vostro percorso in GreenVulcano? 

Ho trovato l’annuncio su una piattaforma di ricerca del lavoro – spiega Pietro – mi è sembrata da subito un’azienda interessante e mi sono candidato. Le mie impressioni iniziali si sono concretizzate sin dal primo colloquio. Da subito, ho capito di essere a contatto con persone competenti che avrebbero potuto offrirmi tanto da un punto di vista professionale. Allo stesso modo loro hanno creduto in me: pochi giorni dopo facevo parte della famiglia GVT!

Il mio percorso in GreenVulcano è cominciato, invece, quando ho deciso che lavorare in un settore nel quale mi sono ritrovato quasi per caso non faceva più per me – risponde Gianluca. Ho deciso di impiegare il mio tempo libero a studiare ciò che mi appassionava e, sette mesi dopo, i miei sforzi sono stati ripagati quando rispondendo a una chiamata mi è stato detto che il colloquio aveva avuto esito positivo.

Quali sono le peculiarità del vostro lavoro? 

Il ruolo dello sviluppatore non consiste solo nello scrivere codice, ma anche nel saper interpretare le esigenze dei clienti e rispondere alle loro necessità con applicazioni funzionali ed innovative – commenta Pietro. Tecnicamente sono responsabile dell’implementazione degli elementi e delle interfacce grafiche che l’utente vede e con le quali interagisce, avendo sempre un occhio di riguardo per l’ottimizzazione e le performance.

Ci sono sempre nuovi argomenti da studiare – aggiunge Gianluca – quindi non ci si annoia mai. La parte più bella è quella del sentire un profondo senso di euforia dopo aver risolto un errore, per poi trovarsi davanti a nuovo errore e ripetere il ciclo. Inoltre, come sviluppatori abbiamo la possibilità di creare dal nulla qualcosa che verrà utilizzata per migliorare la vita delle persone.

Qual è il vostro background e come si integra con quello che fate in GVT? 

Sono sempre stato appassionato di tecnologia – ammette Pietro – anche se la mia avventura con la programmazione è iniziata da poco. Ho deciso di iscrivermi all’Università al corso di informatica due anni fa per approfondire le mie conoscenze. Poi, nel tempo libero ho iniziato a studiare linguaggi e framework che per forza di cose non vengono approfonditi all’università. In questo modo sono riuscito ad approdare in GVT, conscio di poter contribuire attivamente alla crescita dell’azienda.

Ho lavorato nel settore alberghiero per quasi 10 anni prima di intraprendere questa nuova strada – chiarisce Gianluca. Ho sempre lavorato con clienti internazionali di alto livello e le soft skills apprese negli anni tornano molto utili quando quotidianamente mi ritrovo a collaborare con i colleghi e comunicare in maniera precisa ed efficace.

Curiosità su di voi? 

Sono appassionato di viaggi ed escursioni in natura – risponde Pietro. Infatti nel mio tempo libero ne approfitto sempre per esplorare una città, un sentiero, un borgo montano. Trovo che sia anche un ottimo modo per riposare la mente e poter tornare il lunedì mattina ancora più carico.

Diversa, invece, è la storia di Gianluca, nato a Roma e cresciuto a Sint Maarten – Isola caraibica appartenente ai Paesi Bassi. Ci ho vissuto da bambino fino all’età di 11 anni ed è stata un’infanzia bellissima. Era sempre estate e avevamo il mare a due passi da casa. Frequentavo una scuola internazionale e quindi tutti i miei amici erano di culture diverse. Così ho potuto toccare con mano realtà che non avrei mai potuto vedere se fossi cresciuto in Italia. Sarei curioso di sapere come sarebbe a viverci ora ma sono felice di essere a Roma per il momento. È per questo motivo che sono bilingue ma preferisco comunicare in Italiano e consumare contenuti multimediali in Inglese. Ah, altre passioni? Tabs > Spaces (solo i programmatori potranno capirlo).

Che cosa vi motiva ogni giorno? 

Per me, e penso per molti miei colleghi, quello che provo quando mi ritrovo davanti a un bug risolto, un pezzo di codice che funziona senza errori, un componente grafico venuto fuori esattamente come immaginato è impagabile. È ciò che ci motiva a dare sempre il massimo – dichiara Pietro. Inoltre, veder utilizzare da altre persone qualcosa che hai creato tu con le tue mani è sempre soddisfacente.

La mia esperienza in GreenVulcano finora è stata eccezionale – interviene Gianluca. Tutti i colleghi sono gentili e disponibili. Collaboriamo e ci aiutiamo a vicenda per portare a termine le grandi sfide che ci vengono poste. È molto bello sapere che il problema di un collega non è mai solo il suo, ma di tutta la squadra.