In GreenVulcano, forti soprattutto di un’organizzazione interna nativamente innovativa, abbiamo affrontato l’emergenza covid-19 mantenendo attivi tutti gli asset aziendali e proseguendo da remoto tutte le attività sui clienti e sui progetti: uno sforzo considerevole fatto di nuovi mindset assimilati e di tanto lavoro sulla tenuta del morale di tutti noi.

A tal proposito vi raccomandiamo fortemente la lettura dei 10 consigli del nostro Gianfranco per un home working altamente performante!

Tra le tante attività che non si sono fermate c’è il recruiting in ambito tech, fatto anche di nuove frontiere social e oggetto dell’intervista di oggi a Maurizio Fiumara, Senior Manager e responsabile delle Risorse umane per le sedi di Roma e Napoli.

Ciao Maurizio e grazie per la disponibilità! 

Che impatto ha avuto la pandemia di covid-19 su una company internazionale come GreenVulcano lato gestione del personale?

Per necessità, abbiamo dato priorità all’immediato, focalizzandoci sui bisogni dei colleghi, dei clienti e dei fornitori. E’ stata adottata la modalità smart working che ha garantito una certa continuità lavorativa, permettendo di rispettare gli accordi presi con i clienti e i fornitori. Ad un iniziale disagio è seguita una certa normalità, determinata anche da contatti e feedback continui sia con i colleghi che con i clienti che hanno permesso di affrontare con immediatezza qualsiasi problema si presentasse. In parallelo, abbiamo cercato di stabilizzare i ricavi e di dare nuova forma al nostro business per allinearci all’evoluzione della domanda e individuare nuovi percorsi di crescita .

Lo smart working ha funzionato?

Come azienda non abbiamo esitato a rispondere all’emergenza con il remote working, confidando da subito nella responsabilità e nella collaborazione dei colleghi già in altre similari occasioni dimostrate. Posso affermare che lo smart working ha funzionato; i colleghi tutti hanno continuato a lavorare con efficienza e disponibilità con il supporto costante del board non solo dal lato lavorativo. Abbiamo infatti organizzato pause caffè virtuali e incontri periodici di confronto e spesso di svago.

Continua a funzionare?

Il timore era che con l’inizio della fase 2, l’impegno calasse invece posso affermare, giunti ormai alla fase 3, che lavorare “da casa” funziona, per due principali motivi. Il primo è che lavorando a casa ci si sente più protetti, il secondo è che non si vive lo stress quotidiano del viaggio di andata e ritorno.

Pensate, come tanti altri big IT, di farlo diventare prassi in futuro?

Certamente non intendiamo tornare al modello di lavoro tradizionale e stiamo elaborando nuove modalità con maggiore flessibilità che intendiamo avviare a partire da Settembre.

Sappiamo che in GreenVulcano siete sempre alla ricerca di nuovi professionisti per i team di Roma e Napoli, quali skill imprescindibili deve avere un nuovo assunto, al netto del bagaglio tecnico richiesto dalla singola job position?

Siamo sempre alla ricerca di risorse che vogliono affrontare con noi le nuove sfide tecnologiche. Cerchiamo persone talentuose ma anche con la passione del mondo IT; neo-laureati con voglia di crescere in un ambiente dinamico e attento alla crescita professionale.

Il 2019 è stato l’anno delle assunzioni, il 2020 l’anno del covid19 ma GreenVulcano continua a scandagliare l’oceano dei DEV in cerca di nuovi campioni. Quante nuove risorse sono entrate in squadra negli ultimi 12/18 mesi e quante ancora ne arriveranno? 

Siamo in continua ricerca. Nel periodo di piena pandemia abbiamo assunto 5 nuove risorse. Negli ultimi 18 mesi sono entrati a far parte dell’organico della nostra azienda circa 25 risorse tra collaboratori e dipendenti. Prevediamo di assumere per fine anno un minimo di 10 risorse.

L’università è da sempre il canale preferenziale di GreenVulcano Technologies per la selezione delle nuove leve, nell’ottica di una cultura aziendale da sempre legata a doppio filo alla formazione di alto livello. Nell’ultimo anno però l’azienda ha testato, in aggiunta ai canali accademici sempre e comunque preferenziali, nuovi metodi per la ricerca efficace di professionisti senior in ambito DEV. Si tratta di figure ricercatissime dalle aziende italiane e trovare quella giusta è spesso un’operazione complessa e di lungo termine. Quanto i nuovi strumenti di marketing digitale come Facebook e LinkedIn hanno aiutato GreenVulcano a reperire personale qualificato?

Per GreenVulcano gli strumenti di marketing digitale hanno significato un contatto continuo e diretto con una gamma differenziata di competenze e profili tecnici, dai professionisti ai laureati in cerca di prima occupazione.

Nel 2019 avete lanciato due importanti campagne di recruiting via LinkedIn, per quali posizioni? Quante candidature avete raccolto e con quali risultati? 

Grazie alle campagne di recruiting via LinkedIn per analisti programmatori Senior e Junior nell’ambito di sviluppo Java, Angular abbiamo raccolto più di 50 candidature, ne abbiamo esaminate il 40% e il 10% si è trasformato in assunzione.

Proviamo a fare un piccolo bilancio: a conti fatti, dati 2019/20 alla mano, il social-recruiting è uno strumento che consiglieresti?    

Si, fa parte della nostra cultura e della nostra vita quotidiana interagire con gli strumenti di social network. Il Social Recruiting è un fenomeno figlio del nostro tempo, consente  di ottenere più informazioni in merito a chi si sta esaminando, lasciando individuare in molti casi anche l’aspetto attitudinale e psicologico dei candidati;  offre  la possibilità di reperire una gamma molto differenziata di profili, dai professionisti  ai neolaureati in cerca di una prima occupazione.

 Avete intenzione di lanciare una nuova campagna assunzioni 2020 via social per le sedi di Roma e Napoli?

Certamente, come detto prima prevediamo di assumere altre risorse per fine anno e lo faremo lanciando, a partire da metà settembre, nuove campagne di recruiting via social.

Grazie Maurizio!



Maurizio Fiumara è un Manager con ventennale esperienza maturata in contesti internazionali, ha sviluppato le sue capacità coordinando progetti strategici per attori come Poste Italiane, Telecom, INPS e ACEA. In GreenVulcano dal 2017, è responsabile della Funding Project BU, Consulenza aziendale Area e Recruitment Area.