È possibile analizzare le conversazioni che avvengono online, intercettare eventuali trend emergenti e valutare il sentiment dei contenuti pubblicati? Questo è ciò che fa KPI6, una start-up innovativa con cui collaboriamo. Come? Parola a Livia Bochicchio, Scrum Master di GreenVulcano!

Per cominciare…chi è e cosa fa KPI6?

Numerose sono le interazioni tra i brand e gli utenti della rete che avvengono online, sui diversi social network. Interazioni che creano conversazioni, opinioni, trend e stati d’animo afferenti a diverse tematiche. Analizzare queste informazioni e la mole di dati generati permette alle aziende di comprendere il proprio target di riferimento, di conoscere le caratteristiche socio-psicografiche e di restare al passo con i cambiamenti sociali, culturali ed economici. È qui che entra in gioco KPI6, che con la sua innovativa metodologia e grazie all’intelligenza artificiale e al machine learning per la comprensione del linguaggio naturale, ascolta la rete raccogliendo in maniera etica e anonimizzata le opinioni che gli utenti esprimono pubblicamente su social e web, il sentiment dei contenuti online e la presenza di determinati trend. Ciò è utile per prendere tutte le decisioni strategiche di business. 

Il valore della consulenza secondo GreenVulcano: qual è il rapporto di collaborazione tra KPI6 e GreenVulcano? 

La collaborazione tra KPI6 e GreenVulcano è una collaborazione a valore aggiunto per entrambe le parti e prevede il supporto a tutto tondo su progetti interni cross-settoriali, secondo metodologie agile. Da un lato, KPI6 può beneficiare dell’expertise di GreenVulcano per quanto riguarda lo sviluppo e l’integrazione degli applicativi e delle tecnologie; dall’altro GreenVulcano resta costantemente aggiornata grazie alla portata innovativa della start-up. 

Come avviene questa collaborazione?

Prima di avviare la collaborazione, è stato eseguito dal nostro team di sviluppatori medior e scrum master un assessment per analizzare le criticità in fase progettuale e individuare eventuali elementi di miglioramento. Attività fondamentale quando ci sono diversi progetti da seguire. Inoltre, KPI6 – pur avendo al suo interno la figura dello Scrum Master – ha richiesto una seconda da affiancare come consulente per la lavorazione cross sulle varie attività. 

Livia, hai parlato della figura dello Scrum Master e del suo supporto in qualità di consulente: che ruolo ha all’interno di questa collaborazione? Perché è importante? Cosa fa uno Scrum Master? 

Lo Scrum Master è una figura appartenente al team di sviluppo di prodotto e ha il compito di garantire il raggiungimento di determinati obiettivi relativi alle mansioni, secondo la metodologia agile, su progetti che richiedono velocità, flessibilità e continuo aggiornamento. La figura introdotta da GreenVulcano supporta tutto il team di KPI6, in particolare il loro Scrum Master nell’analisi dei risultati di fine Sprint. Inoltre, viene previsto un supporto all’occorrenza anche per aiutarli nei loro processi Scrum giornalieri e periodici.